giovedì 24 novembre 2011

Google Music: il pianeta della musica non sarà più quello di una volta

screenshot
Google Music promette di cambiare il mondo musicale grazie alle idee innovative che propone: principale caratteristica sarà la possibilità per gli utenti iscritti di poter aggiungere gratuitamente fino a 20.000 canzoni e riprodurle in streaming da un qualsiasi dispositivo. Oltretutto le canzoni potranno essere salvate anche per la riproduzione locale, senza quindi la necessità di una connessione Internet.
Gli artisti per 25 dollari potranno creare una loro pagina, nella quale potranno vendere musica a un prezzo che saranno loro a stabilire e condividendo con Google i guadagni (Il servizio è integrato con l ‘Android Market, che consente agli utenti di acquistare canzoni da 320Kbps a partire da 0,99$.) .
Questi brani comunque dovrebbero rimanere divisi sia dalle offerte in vetrina che da quelle consigliate, in modo tale da mantenere in evidenza i brani più conosciuti o che comunque possono interessare maggiormente i consumatori.
Oltre alla sezione musica, il servizio integra anche YouTube, la riproduzione di musica all’interno del market, il trasferimento automatico degli acquisti sul proprio account e le funzioni di condivisione con Google +.
I brani acquistati che sono condivisi con gli utenti tramite Google + possono essere ascoltati gratuitamente la prima volta e poi gli utenti potranno decidere se acquistarli o meno.
Aprendo la pagina di Google Music si può osservare come Google abbia lavorato con artisti come i Rolling Stones, Coldplay, Pearl Jam, Dave Matthews, Shakira, ..  per offrire brani e album dal vivo che sono esclusive di Google Music e non disponibile altrove.
Il servizio musicale per ora è solo disponibile negli Stati Uniti ma entro breve verrà integrato anche in Europa.
Un duro colpo per I-Tunes che, anche se ormai è un colosso, vedremo se reggerà..

 

DOWNLOAD:

Google Music.apk

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget